• Hai subito un incidente stradale e ...

    non sei stato risarcito o non sei sicuro di aver ottenuto il risarcimento che ti spetta?

UNICI IN ITALIA: CONSULENZA GRATUITA E NESSUNA SPESA DA ANTICIPARE

Hai subito un incidente stradale e non sei sicuro di aver ottenuto il risarcimento che ti spetta?

È trascorso troppo tempo da quando hai subito il sinistro e ancora non sei stato risarcito integralmente?

La Compagnia di assicurazioni non risarcisce integralmente i danni perché ti ritiene corresponsabile?

RISPONDIAMO ALLE TUE DOMANDE E RISOLVIAMO TUTTI I TUOI PROBLEMI

La nostra Procedura

Vi aiutiamo ad ottenere il risarcimento che vi spetta in tempi rapidi e mettendovi a disposizione l’esperienza dei professionisti (avvocati, ingegneri, medici legali) che collaborano con noi attraverso quattro fasi:

  1. Invio della documentazione
  2. Analisi del caso GRATUITA
  3. Istruzione e gestione del sinistro
  4. Assistenza legale prima del giudizio e in giudizio

Costi

Ai nostri clienti non chiediamo alcun anticipo.
Ci occupiamo noi di istruire la pratica a costo zero, anticipando le spese legali e dei consulenti (ad esempio del medico legale), sino all’ottenimento del risarcimento.
Paghi solo se ottieni il risarcimento.
UNICI IN ITALIA!

Compila il modulo sottostante per avere informazioni su come OTTENERE IL RISARCIMENTO CHE TI SPETTA:

  • Privacy Policy

NESSUN ANTICIPO SPESE

Nessun costo da sostenere per istruire la pratica.
I PRIMI E UNICI IN ITALIA 
Paghi solo a risarcimento ottenuto

COMPETENZA

Validi Professionisti
Servizio Multilingua
Immediatezza nel riscontro della problematica

Altri casi di Risarcimento

Cose utili da sapere per poter chiedere il risarcimento

Come posso sapere se ho ottenuto il risarcimento che mi spetta?

Una delle domande più frequenti delle vittime di incidenti stradali è se il risarcimento ottenuto dalla compagnia sia congruo o meno.
Nella quantificazione del danno intervengono diversi fattori e non è possibile utilizzare un criterio standard; nonostante due casi possano sembrare apparentemente simili nella prassi si discostano di molto.
Per fare soltanto un esempio, in caso di lesioni derivanti da sinistro, nonostante identità di menomazione, alcuni fattori come l’età, il sesso, la tipologia di infortunio, la presenza di pregressi clinici, la documentazione medica specialistica prodotta, l’attività lavorativa svolta, etc.., determinano danni quantificabili in maniera sostanzialmente diversa.

C’è però un dato comune a tutti i casi: solitamente le Compagnie di assicurazioni offrono somme di denaro inferiori a quelle effettivamente dovute.

Negli anni passati a difendere i diritti delle vittime degli incidenti stradali siamo in grado di ricordare a memoria i pochissimi casi  in cui la Compagnia di assicurazioni ha offerto spontaneamente cifre congrue, sia che si parlasse di danno materiale che di lesione fisica; è per questo che noi consigliamo di non accettare mai l’offerta della Compagnia di assicurazioni senza prima aver consultato il parere di un avvocato o di un esperto in materia.

Troppo spesso chi accetta l’offerta pervenuta autonomamente dalla Compagnia di assicurazioni non sa che sta rinunciando a somme superiori che gli spetterebbero di diritto.

Quali danni vengono riconosciuti in caso di sinistro stradale?

Un incidente stradale è un fatto traumatico che generalmente causa dei danni ai beni materiali ed alle persone. Secondo la normativa vigente, chi viene coinvolto in un incidente ha diritto ad ottenere il risarcimento dei danni diretti subiti al suo patrimonio economico (c.d. “danno patrimoniale” o materiale) nonché il danno conseguente alle lesioni personali patite (c.d. “danno non patrimoniale” o lesioni personali).

Solitamente i danni materiali sono quantificabili e giustificabili con fatture di acquisto e preventivi di riparazione; per quantificare le lesioni personali è necessario sempre l’intervento del medico legale, figura professionale specializzata nel determinare la menomazione psico-fisica derivante da un determinato evento traumatico.

Tutti i danni immediati e diretti conseguenti al sinistro sono risarcibili: ti aiuteremo a fornire la prova dei danni subiti e ti forniremo i mezzi per non permettere a nessuno che i tuoi diritti vengano calpestati.

Cosa comprende la voce “danno non patrimoniale”?

In maniera semplificativa, il danno non patrimoniale è composto da tre voci di danno:

  • il danno biologico, riferito all’integrità psicofisica dell’individuo
  • il danno morale, ossia il disagio e turbamento causato alla persona lesa dall’incidente
  • il danno esistenziale, ovvero le alterazioni di vita che incidono sulle abitudini del soggetto

Entro quali termini la Compagnia di assicurazioni deve inviare l’offerta?

Secondo il Codice delle Assicurazioni private la Compagnia di assicurazioni  ha l’obbligo di formulare congrua offerta, oppure comunicare i motivi del mancato pagamento, nel termine di 60 giorni dalla richiesta di risarcimento in caso di danni materiali – ridotti a 30 giorni se le parti hanno sottoscritto un CID –  e 90 giorni per le lesioni personali.

Se la Compagnia di assicurazioni  non rispetta tali termini può essere sottoposta a pesanti sanzioni dall’IVASS, l’Autorità statale relegata al controllo della correttezza dell’attività delle assicurazioni.

Molte volte la Compagnia di assicurazioni  evita di formulare alcuna offerta indicando motivi pretestuosi e dilatori, come la mancata indicazioni di alcuni dati inerenti il sinistro.

Farsi assistere da personale competente permette di evitare spiacevoli e frustranti inconvenienti di questo tipo.

Se ho già ricevuto un’offerta dalla Compagnia di assicurazioni posso chiedere un’integrazione ?

Se hai ricevuto un pagamento da parte della tua Compagnia di assicurazioni, o da parte di quella di chi ha causato il sinistro, non è affatto detto che la tua pratica sia chiusa.

Se non hai firmato una quietanza o una transazione tombale con cui hai accettato la somma ricevuta, possono esserci tutti gli estremi per ottenere un supplemento di risarcimento.

E’ più semplice di quanto tu possa pensare: inviaci tutta la documentazione e ti diremo noi, del tutto gratuitamente, se è possibile recuperare ulteriori somme.

Sono rimasto vittima di un incidente causato da un veicolo non identificato e/o non assicurato. Cosa posso fare?

La legge n. 990 del 1969, al fine di tutelare tutte le vittime di sinistri stradali, ha istituito il Fondo Vittime della Strada (F.G.V.S.) che garantisce il proprio intervento tutte le volte che in un incidente stradale rimane coinvolto un mezzo non assicurato o non identificato. In particolare sono quattro le casistiche per le quali è possibile ricorrere al F.G.V.S.

  • Veicoli o natanti non identificati
  • Veicoli o natanti non assicurati
  • Veicoli o natanti assicurati con imprese poste in liquidazione coatta amministrativa
  • Veicoli posti in circolazione contro la volontà del proprietario
  • Veicoli spediti nel territorio della Repubblica Italiana da un altro Stato dello Spazio Economico Europeo (Paesi della UE + Islanda, Norvegia e Lichtenstein)
  • Veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo

Cosa dicono i giudici…

© Copyright - Rimborsabile.it - NUMERO VERDE 800.03.15.91 - help@rimborsabile.it - p.iva: 13200651001 - Privacy Policy